Il processo di scelta ceramica suddivide le piastrelle in categorie: quali sono e in cosa si differenziano? La classe di scelta.

Materiale nato come tecnico per le sue caratteristiche premium, è diventato anche scelta di design grazie a smaltatura ed effetti. Il gres porcellanato, nelle sue varie versioni, è oggi il protagonista del settore pavimenti grazie a ottime caratteristiche funzionali ed estetiche.

Materiale poliedrico, è stato declinato in molte versioni, formati e finiture al fine di poter essere installato in ogni ambiente. Oggi il gres porcellanato è infatti disponibile in versioni per interni come pavimento o rivestimento e per esterni.

Come scegliere quindi la versione più corretta per le nostre esigenze?
Leggi il nostro articolo!

Scopri le nostre occasioni ceramiche!

Le scelte ceramiche e la classe di scelta

Scegliere le piastrelle significa verificare diversi parametri.

Oltre a quelli dimensionali come il formato e lo spessore, le piastrelle ceramiche vengono classificate anche per la loro qualità.

Ecco quindi che, quando sentiamo parlare di un pavimento di prima o seconda scelta, automaticamente otteniamo una classificazione delle piastrelle.

La prima scelta rappresenta la miglior qualità possibile.

Per rientrare in questa categoria le piastrelle ceramiche devono quindi avere determinate caratteristiche tecniche e dimensionali oltre a un aspetto perfetto dal punto di vista della grafica e del colore. La 1° scelta è regolata da norme precise che indicano entro quale range deve rientrare la piastrella e permettono solo una piccola “forbice” di difetto.

Gli altri livelli di scelta ceramica (seconda, terza, commerciale e resa forno) non hanno invece una classificazione precisa, sono spesso a discrezione della ceramica e possono contenere piccoli difetti estetici. Anche commercialmente è il produttore che decide come vendere queste classi, optando anche eventualmente per la non immissione in commercio delle classi di scelta inferiori.

TopStock.it seleziona accuratamente le prime e le seconde scelte ceramiche dai migliori brand sul mercato. In questo modo può proporre i suoi pavimenti e rivestimenti in gres porcellanato (o pasta bianca) tra i prezzi più bassi del web senza rinunciare alla qualità del prodotto. Le seconde scelte TopStock sono un ottimo compromesso per avere un pavimento (o un rivestimento) nuovo ad un prezzo speciale!

seconda scelta ceramica per risparmiare sui pavimenti

Come scegliere piastrelle casa? La classificazione delle piastrelle e la classe di scelta

Oltre all’estetica, quando si va a scegliere le piastrelle, è necessario avere ben chiaro in mente il tipo di collocazione e l’uso che ne faremo.

Le tre grandi famiglie di piastrelle attualmente in commercio si differenziano infatti per parametri tecnici ben precisi che ne stabiliscono la collocazione tramite le loro caratteristiche tecniche.

Come già indicato, il prodotto che attualmente va per la maggiore è il gres porcellanato.

Questo prodotto attualmente copre circa l’80 del mercato. Un dominio meritato, grazie a caratteristiche tecniche che rendono questo prodotto molto attrattivo.

La realizzazione con argille e feldspati di prima qualità cotte a temperature attorno ai 1200° C creano infatti un prodotto molto resistente e denso, con un assorbimento d’acqua praticamente pari a zero.

Ciò rende questo pavimento antigelivo, impermeabile, resistente alle intemperie, agli agenti chimici e allo sfregamento.

Caratteristiche tecniche di primo livello che unite a quelle estetiche creano un prodotto adatto sia per interni che per esterni, perfetto sia per l’edilizia privata sia per quella commerciale.

I nostri prodotti più venduti

Oltre al gres porcellanato troviamo poi la monocottura, una piastrella in cui supporto e smalto ceramico sono cotte in contemporanea a una temperatura attorno ai 1100° C.

Il risultato è un prodotto più poroso rispetto al gres, meno resistente a sbalzi termici, usura e condizioni gravose. Per questo motivo la monocottura, in pasta rossa (realizzata con le argille presenti anche in Italia, meno nobile) o pasta bianca (più pregiata, realizzata con argille del Nord Europa), viene scelta quasi solo esclusivamente per i rivestimenti da interni.

Concettualmente simile, anche come possibile collocazione, è la bicottura.

La differenza principale rispetto al prodotto precedente è nel processo produttivo che prevede una doppia cottura. Una prima, di formatura, in cui viene cotto il “biscotto” (ossia il supporto) a temperature attorno ai 1150° e una seconda cottura, in cui a essere fissate sono la smaltatura e il decoro, a temperature leggermente inferiori.

Anche in questo caso il risultato è un prodotto bello esteticamente, ma poco resistente, adatto soprattutto per rivestimenti o per interni.

Come scegliere le piastrelle per pavimenti: quante piastrelle è giusto ordinare?

Consapevoli della tipologia di piastrella adatta alla nostra esigenza, è tempo di provvedere all’ordinazione delle piastrelle per i nostri ambienti.

Prima di effettuare l’ordinazione dovremo però andare a considerare diversi parametri che possono andare a far differire, anche in maniera sensibile, il numero finale di metri di piastrelle da ordinare.

In particolare dovremo tenere conto di:

  • Tecnica e disegno di posa, che può far differire il quantitativo finale
  • Piastrelle con difetti (ad esempio per la Prima Scelta fino al 5% del totale)
  • Eventuali pezzi che dovranno essere tagliati o forati al fine di sagomarsi all’ambiente
  • Scorta di piastrelle per eventuali sostituzioni future

Fattori che possono incrementare il numero totale di piastrelle da ordinare, fino a circa il 10%.

Un incremento quantitativo che è bene considerare già nel primo ordine, al fine di ottenere piastrelle provenienti tutte dallo stesso lotto e minimizzare il rischio di differenze.

gres porcellanato prima e seconda scelta ceramica

Conclusioni

L’industria dei pavimenti e rivestimenti produce varie tipologie di piastrelle adatte a diversi usi ed applicazioni. Le piastrelle per pavimenti e rivestimenti sono di vario tipo, con caratteristiche tecniche molto diverse e con vari criteri e variabili da valutare prima dell’acquisto.

La famiglia di questi prodotti è molto variegata, ecco perché, in caso di dubbio è sempre conveniente chiedere una consulenza specifica a chi è del settore.

Prima di rischiare di fare una scelta sbagliata, richiedi una consulenza gratuita, i nostri specialisti sono a tua completa disposizione.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.