Protagonista delle riviste di design, il gres porcellanato rettificato ha molte ragioni per farsi scegliere

Sia in caso di nuove costruzioni, sia in caso di ristrutturazioni, uno dei materiali più scelti è la piastrella ceramica, in particolare il gres porcellanato rettificato. Le ragioni di questa preferenza sono riconducibili alle qualità intrinseche di questo materiale che è duraturo, versatile, facile da pulire e bello dal punto di vista estetico.

Definito il tipo di materiale per i nostri ambienti, ciò che rimane da scegliere è solo il tipo di finitura, con il pavimento rettificato che va per la maggiore. La precisione di questa finitura, che permette la posa con fughe molto sottili, viene ulteriormente arricchita nella sua versione più pregiata e innovativa, quella del gres porcellanato smaltato.

Cosa significa piastrella rettificata? Scopriamolo insieme.

Per piastrella rettificata si intende una lavorazione sulla piastrella che avviene dopo il processo di cottura. Scopo di questa lavorazione è quella di rimuovere una curvatura pressoché invisibile a occhio nudo causata dalla pressatura della terra, primo passo nella creazione della piastrella.

Rettificare una piastrella significa lavorarne i bordi con appositi strumenti, al fine di squadrarli in maniera geometrica e permetterne un affiancamento perfetto, anche senza l’utilizzo di fughe.

La possibilità di affiancare queste piastrelle diventa fondamentale per dare ulteriore valore ai pavimenti che si ispirano a prodotti naturali, come nel caso del gres porcellanato rettificato effetto legno o nel gres effetto marmo rettificato.

Scopri le occasioni in gres rettificato!

Dove e quando scegliere i pavimenti in gres porcellanato rettificato?

Scegliere il gres porcellanato rettificato significa evitare la presenza di fughe molto visibili, al fine di privilegiare l’estetica del pavimento e del suo decoro.

L’affiancamento delle piastrelle diventa infatti praticamente obbligatorio quando si opta per un pavimento lucido rettificato, al fine di replicare nella maniera più fedele possibile un marmo naturale.

La posa di piastrelle rettificate non è solo una scelta di design, ma anche una semplificazione nel lavoro quotidiano di pulizia e manutenzione del pavimento.

La presenza di fughe minime renderà infatti più semplice e efficace il processo di pulizia del pavimento, assicurando anche un’igiene migliore ed un minor rischio di batteri e muffe.

cos'è il gres porcellanato rettificato piastrelle topstock occasioni ceramiche

Quali vantaggi ha il pavimento rettificato?

Il vantaggio principale nella posa pavimenti rettificati è dato dal fatto che la dimensione della fuga è praticamente inesistente; essa infatti può arrivare fino a uno-due millimetri.

Questo valore viene considerato ormai un default nell’industria della posa, visto che lo stesso permette di agire da elastico e cuscinetto durante il processo di assestamento fisiologico a cui sono sottoposti tutti gli edifici nel tempo.

La presenza di una fuga, anche minima, aiuta poi a mascherare eventuali difetti di complanarità, presenti naturalmente nel processo produttivo di tutte le piastrelle ceramiche.

I vantaggi di un pavimento in gres porcellanato rettificato lucido o opaco sono vari e toccano tutti gli ambiti produttivi e di posa delle piastrelle:

 

  • Permette di creare pavimentazioni con fughe di 1-2 mm;
  • Dà modo di combinare diversi formati, colori, finiture e persino collezioni;
  • Permette di avere una dimensione effettiva nota e corrispondente sempre al calibro;
  • Consente un’ampia gamma di formati (60×60, 20×120, 60×120, 80×80, 80×160, ecc.).

 

Ultime occasioni arrivate nel nostro magazzino

Posa dei pavimenti rettificati: come avviene?

Come già indicato, quello che differenzia un pavimento in gres porcellanato rettificato lappato, o non lappato, da uno tradizionale è proprio nella posa dello stesso.

In caso di posa delle piastrelle rettificate si può infatti considerare una fuga quasi invisibile, pari a solo uno o due millimetri. Una distanza minima che da un lato apporta vantaggi estetici e di manutenzione e dall’altro non “irrigidisce” troppo il pavimento, lasciando spazio per eventuali assestamenti del piano.

La posa del gres porcellanato effetto legno o marmo deve quindi essere eseguita da personale specializzato, che saprà come affrontare al meglio il processo di installazione delle piastrelle.

Il procedimento applicativo nelle sue varie fasi non si discosta poi molto da quello tradizionale. Si inizia infatti da una superficie pulita, omogenea e senza dislivelli. Questo step è molto importanti in quanto, la base, sarà il punto di partenza del tutto e che, un micro difetto nella stessa, si potrà solo amplificare nei passaggi successivi.

Sulla superficie del piano e sulla piastrella stessa viene poi applicato, tramite una spatola dentata, un collante dedicato. Successivamente la piastrella viene posta in posizione come da disegno. Il tutto verrà poi stuccato per rendere perfettamente lineare e piano il pavimento.

Durante il processo di stesura verranno poi posti dei distanziatori, la cui funzione è quella di mantenere la dimensione delle fughe e la linearità delle stesse.

Per un’applicazione ben fatta, sono quindi cruciali la competenza del posatore e la scelta del colore dello stucco stesso, privilegiando tonalità simili a quelle del prodotto, soprattutto nel caso di gres rettificato effetto legno.

gres porcellanato rettificato piastrelle topstock occasioni ceramiche per ufficio

Conclusioni

La differenza tra gres porcellanato rettificato e non, è cruciale.

Una piastrella non rettificata è infatti un ottimo prodotto a cui però non viene effettuata una lavorazione che aggiunge valore alla stessa, soprattutto quando è posata.

Se invece il prodotto da posare è un marmo e/o ha una finitura lucida, la lappatura è praticamente un passaggio obbligatorio se vogliamo che il pavimento mostri tutto il suo splendore.

In merito al gres porcellanato rettificato ci sono diverse opinioni, ma tutti concordano sul fatto che sia un prodotto ad altissimo valore aggiunto e che dal punto di vista estetico abbia veramente pochi paragoni.

Ora che conosci di più il significato di gres porcellanato rettificato, perché non approfondire le sue caratteristiche e la sua possibile applicazione con il nostro team?

Richiedi una consulenza o parla con un nostro esperto!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *